Apple SIM virtuale

Apple SIM Virtuale

Se ne parlava da diverso tempo ormai, ma soltanto in questo anno è arrivata l’ufficialità sull’utilizzo della Apple SIM virtuale per poter utilizzare al meglio i vari iDevice e i servizi targati Mela. Il tutto con comodità, senza dover abbandonare il quotidiano utilizzo dei simili dispositivi e, anzi, regalandosi la possibilità di facilitare enormemente la propria vita quotidiana.

Al giorno d’oggi, la Apple SIM virtuale copre praticamente tutto il mondo. Ed è facilissimo utilizzare una scheda di questo tipo per attivare un qualsiasi piano cellulare si voglia. Grazie all’Apple SIM virtuale, insomma, potrai scegliere tra una vasta gamma di gestori. 

E la scelta può essere svolta direttamente dal tuo iPad. Questa scheda, inoltre, ti permetterà di restare sempre online anche se nelle immediate vicinanze non vi è una linea WiFi da sfruttare.

Al giorno d’oggi, la Apple SIM virtuale funziona alla perfezione in oltre 180 Paesi del mondo ed è un modo perfetto per connettersi al web utilizzare la linea WiFi della stazione, dell’autobus o del treno. 

E qualora tu avessi la necessità di attivare il collegamento al web soltanto per un breve periodo di tempo, potresti comprare un piano dati per il cellulare unicamente per il range di tempo che ti serve.

In questo modo spendi solo ciò che consumi e non un centesimo in più, il che a lungo andare si traduce in una grandissima convenienza.

 

Apple SIM Virtuale Versatile

Nel corso del tempo, inoltre, la Apple SIM virtuale si è sviluppata come una SIM particolarmente versatile, che offre una vasta gamma di soluzioni sa per l’Italia, che per l’estero.

I piani dati per l’Italia consentono di connettersi al web direttamente dal proprio iPad. 

Il tutto con una facilità e comodità senza eguali. Per l’Italia potrai scegliere sia delle soluzioni a breve, che quelle a lungo termine. In questo modo deciderai tu per quanto tempo restare online, quanti soldi consumare, quanti dati scaricare e così via.

Il vantaggio principale di questo tipo di sistema, insomma, è quello di essere sempre a portata di mano e di concederti la massima libertà sull’utilizzo dei dati.

Devi solo prestare attenzione a non consumare più del necessario ed evitare di lasciarti trascinare nel gioco se non è necessario. 

LEGGI ANCHE: Perché scegliere un prodotto Apple?

 

Apple SIM che fa al caso tuo

Per il resto è la Apple a offrirti la massima comodità possibile sull’utilizzo dei dati. Perché, che lo si voglia o no, la questione di base è sempre la stessa: devi solo scegliere la soluzione che fa a caso tuo per restare online per il tempo che ti serve.

Ma con la Apple SIM virtuale, l’azienda di Cupertino offre anche numerose soluzioni per il roaming o per l’estero. Come già accennato, al giorno d’oggi la linea di segnale targata Apple copre la bellezza di oltre 180 Paesi.

Non importa, quindi, in quale stato andrai a viaggiare, perché con la SIM virtuale targata Mela potrai comunque restare sempre connesso al mondo del WWW.

Potrai, per esempio, scegliere tra un credito a scalare tra quelli di numerosi fornitori oppure semplicemente abbonarti al piano dati web di un gestore nel Paese in cui ti sei recato. E non appena lo farai, potrai sin da subito utilizzare il piano dati richiesto. 

Non serve firmare alcun documento, recarti in un negozio della Apple o svolgere altre procedure di questo genere, in quanto richiedono una spesa di tempo, soldi ed energie.

Ora con la Apple puoi richiedere la connessione al web semplicemente dal tuo iPad. Inoltre la Apple offre GigSky, un abbonamento a una vasta gamma di piani dati. Con questo abbonamento non dovrai nemmeno richiedere l’inizio della fornitura del servizio. Tutt’altro: il servizio stesso inizierà da solo, in maniera autonoma.

L’abbonamento da te sottoscritto sarà valido per un certo range di tempo variabile a seconda di numerosi fattori, ma in linea massima sarai tu a scegliere la quantità di dati che vorrai utilizzare, il modo in cui vorrai utilizzarli e così via. 

Devi anche sapere che in alcuni Stati, i modelli di iPad con WiFi + Cellular contengono di già una Apple SIM virtuale incorporata, mentre la maggior parte di modelli degli iPad con WIFi + Cellular non contengono la Apple SIM, ma sono comunque compatibili con la stessa. Qualora lo volessi, sappi che potresti comunque acquistare una Apple SIM virtuale in un qualsiasi Apple Store ufficiale.

 

iPad e SIM Apple

Come sapere se il tuo modello di iPad contiene una Apple SIM incorporata? Niente di più semplice: devi solo leggere una lista.

La scheda Apple virtuale è contenuta nell’iPad Pro da 12,9 pollici di seconda generazione WiFi + Cellular, negli iPad Pro da 10,5 pollici WiFi + Cellular e negli iPad Pro da 9,7 pollici WiFi + Cellular. 

Se hai un modello di iPad diverso devi comunque acquistare la Apple SIM virtuale a parte che, come già abbiamo detto, è in vendita in un qualsiasi Apple Store ufficiale.

Nei modelli citati prima, inoltre, è presente anche uno slot per la scheda nano-SIM. Puoi usarla per una corrispondente scheda di un altro operatore qualsiasi oppure per una nano-SIM della Apple contenente uno o più piani tariffari già pre-installati. 

Tuttavia ricordati che la Apple SIM che utilizzi non dev’essere inutilizzata da troppo tempo. Questo perché, qualora una scheda non venisse usata per troppo tempo, si disattiverebbe automaticamente.

Non potresti usarla del tutto in quanto agli occhi della Apple risulterebbe una scheda disattivata. I nuovi piani saranno aggiunti direttamente alla Apple SIM virtuale integrata nel dispositivo.

Ovviamente, qualora inserissi una scheda SIM inutilizzata in uno dei modelli simili, visualizzeresti un messaggio predefinito che t’informerebbe di questa incongruenza. 

Il messaggio di errore, inoltre, potrebbe informarti che la scheda SIM da te usata non è compatibile e che quindi dovresti utilizzare una Apple SIM incorporata.

I modelli di iPad dalla quinta generazione in poi, ma anche l’iPad Pro da 12,9 pollici, l’iPad mini 3 WiFi + Cellular, nonché l’iPad Air potrebbero essere tutti dei modelli forniti di una scheda Apple SIM oppure di una scheda SIM con tanto di un operatore nello slot apposito della scheda SIM nel dispositivo. 

 

Apple SIM Virtuale e piano dati

Ovviamente puoi scegliere il piano dati del cellulare in completa autonomia. Nessuno ti obbligherà a scegliere un piano tariffario piuttosto che un altro. Ma devi comunque ricordarti che il piano tariffario dev’essere anche configurato.

Farlo non è assolutamente così difficile come potresti pensare a prima vista. Devi solo trovarti in un Paese che supporta la Apple SIM e configurare/gestire il piano dati del tuo smartphone direttamente dal tuo iPad. Per farlo devi andare su Impostazioni, quindi su Dati cellulare e infine su Configura dati cellulare. In questo modo potrai visualizzare un elenco dei vari operatori disponibili nello Stato.

Per conoscere le loro offerte nel dettaglio, però, dovrai recarti sui loro siti in modo da scoprire le varie offerte che propongono ai propri clienti. Ricordati che puoi acquistare la SIM Apple virtuale al momento dell’acquisto del tuo iPad Pro. 

Tuttavia, in questo caso la connessione tramite dati del cellulare potrebbe venire limitata unicamente alla rete dei dati del cellulare dell’operatore. Per questo è meglio chiarire questo punto sin da subito, in modo da non ritrovarsi con delle brutte sorprese dopo e non dover rifare tutto da capo per potersi garantire una connessione stabile e veloce.

Ma non sono soltanto gli iPad a includere la nuova SIM dati virtuale della casa di Cupertino, bensì anche i nuovi iPhone. Questi includono di già una SIM virtuale chiamata ad affiancare (e completare) quella tradizionale. Si tratta di una rivoluzione che ha già dato i propri frutti negli passati e che oggi la casa di Cupertino raccoglie con molta brama. Del resto al tempo si trattò di una novità molto interessante e al giorno d’oggi resta ancora una cosa interessantissima.

Eppure al tempo se ne parlò tanto. Così tanto che negli Stati Uniti ci fu addirittura un’inchiesta sulla SIM virtuale, la tecnologia della Apple molto temuta dai suoi concorrenti nel campo delle telecomunicazioni.

Al tempo il mondo delle telecomunicazioni negli States fu in subbuglio (e in parte lo è ancor oggi, seppur in misura ampiamente migliore) e sembra addirittura che molti dei gestori telefonici americani abbiano fatto delle serie pressioni sulla SIM virtuale, in modo da affossarla e da affossare parallelamente anche la Apple.

 

Ostruzionismo dal mondo telecomunicazioni

Missione non completata, visto che la casa di Cupertino è comunque riuscita a rilasciare i propri dispositivi con la SIM virtuale, tra l’altro traendoci anche un grandissimo vantaggio. Con questa mossa l’azienda di Cupertino è riuscita a regalare ai propri utenti dei prezzi migliori sul mercato e quindi di portare un’alta concorrenza nel mondo delle comunicazioni.

Quest’anno in realtà saranno lanciati ben 3 modelli di iPhone che, probabilmente, supporteranno la SIM virtuale: l’iPhone X Plus, l’iPhone 9 e l’iPhone X2 (chiamato anche XS). Ovviamente non si sa ancora se tutti e 3 i modelli potranno supportare la SIM virtuale o se lo faranno soltanto 2 dei 3 modelli lanciati.

Tuttavia è sicuramente che almeno uno dei tre melafonini che verranno immessi sul mercato supporterà la tecnologia. Quale sia non lo si sa ancora, considerando il grandissimo segreto di mercato che volge sugli iDevice in uscita. 

E sarà alquanto interessante scoprire quale dei 3 modelli in uscita supporterà la doppia SIM, di cui una sarà, ovviamente, virtuale e già integrata nell’iDevice. Tuttavia, la cosa verrà valutata in maniera soggettiva da Stato a Stato.

Per esempio in Cina, dove la tecnologia dell’eSIM è stata vietata dal Governo e quindi non può essere implementata per via di tutta una serie di procedure normative, si punterà sui modelli a doppia SIM fisica.

In realtà già da diversi anni la Apple cerca di unire i propri prodotti con la tecnologia della SIM virtuale, ma solo ultimamente ha fatto dei grandi passi in merito completando le ricerche. Questo poiché ha dovuto sempre fare i conti con la diffidenza degli altri gestori presenti sul mercato, nonché con numerosi problemi che questi hanno posto a ostacolare la corsa della Apple verso l’ottimizzazione.

Il problema principale è il fatto che questa tecnologia consentirà all’utente di passare fluidamente da un gestore all’altro da iTunes, in quanto proprio questa piattaforma verrà utilizzata per eseguire i passaggi.

 

Apple SIM Virtuale: a rischio negozi fisici

L’utente potrà acquistare il piano desiderato con un solo click, il che comporta un rischio: il tutto potrebbe finire come con la musica e i negozi fisici dei gestori telefonici potrebbero gradualmente perdere il proprio valore.

Il che, a lungo andare, si tradurrebbe in una costante diminuzione degli introiti che a sua volta potrebbe portare alla scomparsa dei gestori stessi. La facilità con cui si passerebbe da un operatore all’altro, inoltre, rischierebbe di destabilizzare l’intero mercato rendendolo più vulnerabile e liquido.

Per dirla brevemente, si tratta di una portabilità quasi istantanea del numero e laddove al giorno d’oggi servirebbe qualche giorno per completare le operazioni, bisognerebbe attendere solo un paio di secondi.

Inoltre, come già accennato precedentemente, una SIM di questo tipo permettere alle persone che viaggiano molto di scegliere il miglior abbonamento del Paese ospitante: una manna dal cielo per i viaggiatori incalliti che vorrebbero regalarsi la possibilità di usufruire delle migliori offerte del web nei vari Stati di destinazione.

Un sogno vero e proprio, questo, che con i nuovi iPad e gli iPhone di nuova generazione può finalmente diventare realtà.

Tutto ciò che serve ora è semplicemente allungare la mano e afferrare l’opportunità per non lasciarsela sfuggire.

LEGGI ANCHE: Centro assistenza Apple a Vicenza

 

E in futuro?

Nonostante le notevoli pressioni svolte, ci si aspetta che in futuro la tecnologia venga migliorata ulteriormente. Non si sa ancora cosa potrebbe portare il futuro, giacché non si parla di un’azienda qualsiasi, ma della Apple. 

Tuttavia è normale sospettare che la Apple SIM virtuale verrà ottimizzata ancor di più. Un giorno in un futuro nemmeno troppo remoto potrebbe diventare la SIM principale sul mercato.

Le SIM virtuali, insomma, potrebbero venire completamente abbandonate in favore di quelle digitali per gli ovvi vantaggi che comportano per l’utente. Il loro costo non sarà di molto maggiore rispetto alle SIM fisiche e verrà aggiunto al prezzo dell’iDevice in sé. 

I vantaggi che le SIM virtuali comporteranno, invece, saranno tantissimi. Così tanti da portare gli utenti a cambiare questo piccolo dettaglio, poiché, come diceva anche Steve Jobs: “Le migliorie sui dettagli fanno la differenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *