Caricare l’iPhone con iPad Pro? Soluzione che funziona

Caricare iPhone con iPad Pro Soluzione

Caricare iPhone dall’iPad Pro: è possibile?

Se c’è una novità che ha influenzato tantissimo vari appassionati della tecnologia della Mela, questa ha riguardato senz’altro la possibilità di caricare l’iPhone a partire dall’iPad Pro.

In effetti è difficile che tu sappia di questa possibilità, poiché nell’ultimo periodo è passata abbastanza nell’ombra. Non sono state in molte le persone che hanno saputo di quest’opzione inclusa nei nuovi dispositivi, motivi per cui se ne è parlato poco. E, in effetti, è probabile che tu non sappia niente di nulla. In tal caso, non disperarti, perché puoi comunque rivolgere le tue attenzioni verso questo nostro articolo-guida.

Non solo possiamo certamente rassicurarti sul fatto che c’è davvero la possibilità di caricare l’iPhone a partire da un iPad, ma possiamo anche insegnarti come farlo. In questo modo non rischi di trovarti dinnanzi alle varie difficoltà al momento in cui avrai il bisogno di fare la ricarica. Pensa solo: portando con te l’iPad, avrai sempre a portata di mano anche una quantità aggiuntiva di energia per fare la ricarica.

Sarà un po’ come avere con sé un piccolo powerbank (ma nemmeno tanto piccolo) che potrai facilmente utilizzare per i tuoi scopi. Innanzitutto, sappi che devi possedere uno strumento in particolare il cui nome è ChargeBite.

Si tratta di un dispositivo che non solo ti offrirà la possibilità di ricaricare il tuo iPhone a partire da un iPad, ma anche viceversa. E ti darà anche un’altra possibilità interessante: ricaricare un iPhone a partire da un altro iPhone. In questo modo raggiungi un risultato pressapoco straordinario: 2 in 1. Così è inutile negare che potrai ricaricare il tuo iPhone ovunque ti trovassi.

Pensa solo alla possibilità di eseguire la ricarica se ti trovi in un autobus. Non hai prese elettriche vicino, ma ti trovi comunque sottomano il tuo iPad. Ecco, allora, che si fa avanti un’idea straordinaria: ricaricare l’iPhone a partire dall’iPad. Tutto ciò che ti servirà è semplicemente il dispositivo che abbiamo citato sopra (ChargeBite) e la ricarica avverrà in modo automatico. Non ti servirà compiere molte altre operazioni e tutto il resto diventerà superfluo.

Insomma, potrai goderti il tuo viaggio senza alcun problema e una volta arrivato a destinazione semplicemente goderti il tuo iDevice già carico. In questo caso, però, non cambia la velocità di ricarica né altri fattori di supporto. La ricarica avverrà come se grazie a un normale dispositivo di ricarica. Quindi non aspettarti chissà quale velocità di ricarica e sappi che devi comunque pazientare un po’ affinché la ricarica venga portata a termine correttamente.

Quando questo avverrà, però, potrai sicuramente utilizzare il tuo dispositivo con un certo livello di carica in modo da non ritrovarti scoperto dinnanzi ai vari problemi. Dove acquistare il ChargeBite?

Niente di difficile: non è uno di quei dispositivi molto rari da trovare. Puoi acquistarne uno presso un qualsiasi negozio specializzato nella rivendita elettronica che abbiano a che fare con la Mela.

Attualmente in tutta l’Italia ce ne sono davvero tantissimi, ma se avessi comunque dei dubbi al quale rivolgerti, sappi che puoi contattare noi. Grazie all’esperienza che abbiamo acquisito presso i nostri negozi di Thiene o di Bassano possiamo aiutarti tantissimo e toglierti gli eventuali dubbi. In questo modo potrai usufruire della tecnologia targata Apple in una maniera più cosciente a anche più piena.

LEGGI ANCHE: Centro assistenza Apple a Vicenza

 

Come ricaricare l’iPhone con iPad Pro?

Per iniziare dobbiamo dire di nuovo quello che a molti potrebbe sembrare un’ovvietà degna di nota: è possibile caricare l’iPhone con un qualsiasi caricatore per l’iPad.

Tuttavia, qui bisogna fare una precisazione: a lungo andare questo potrebbe danneggiare l’iPhone, perciò meglio non farlo. Difatti, il caricatore progettato per l’iPhone ha una potenza di soli 5 W. Quello per gli iPad, invece, ha 12 W di potenza. Il che significa due cose:

1) ricaricando l’iPad con il caricatore dell’iPhone, la ricarica avverrà, ma sarà terribilmente lenta;

2) lo stesso vale anche per quanto concerne la situazione inversa, con l’unica precisazione che il Wattaggio aumentato può influire negativamente sulla batteria. La sua capacità, quindi, potrebbe diminuire a ogni utilizzo che farai e alla fine dei conti il momento in cui dovrai pensare alla sostituzione della batteria avverrà prima.

Per evitare che questo accada puoi servirti di nuove diverse possibilità. Vi sono anche delle teorie sul fatto che la ricarica avverrà più velocemente, facendoti così risparmiare del tempo, senza provocare dei danni alla batteria. Beh, secondo noi questa è una teoria del tutto sbagliata. Difatti, per noi è più naturale pensare al contrario. E magari i danni non saranno così evidente e visibili o disastrosi come si potrebbe pensare in un primo luogo, ma senza dubbio ci saranno comunque.

Un’altra cosa che non sai, – ma lo sanno decisamente pochi addetti ai lavori, – riguarda il limitatore che la Apple stessa inserisce negli iPhone e iPad immessi in commercio. Questo limitatore impedisce agli iDevice di sovraccaricarsi e quindi offre ai dispositivi la possibilità di usare i caricatori di qualsiasi Wattaggio limitando i danni.

Occorre comunque precisare che la cosa riguarda solo i caricatori prodotti a Cupertino. Nel caso di caricatori differenti, la questione sarà a sua volta differente. Più volte utilizzerai i dispositivi di ricarica differenti da quelli prodotti a Cupertino e più difficoltà potresti incontrare. Un modo per ricaricare velocemente i tuoi dispositivi rischiando il minimo è quello di acquistare un caricatore da ben 24 W con un particolare sconto e in contempo munirti anche di un cavo Lightning Certificato Apple, sempre in sconto.

Solo in questo modo potrai avere il massimo della potenza possibile su entrambi i prodotti. Per gli iPhone di ultimissima generazione, poi, è meglio ancora acquistare il caricatore del tipo USB-C dal 27W (ancor oggi molti negozi offrono questo caricatore con un particolare sconto) e il Cavo Lightning, sempre della tipologia USB-C, comunque originale della Mela. In questo modo hai anche il pieno supporto alla ricarica rapida.

Tutto questo ti aiuterà a usufruire sempre della dei tuoi dispositivi senza che tu debba prendere in considerazione molti altri aspetti. E non dovrai nemmeno preoccuparti di tutto il resto. Con ChargeBite la questione è molto simile: non servono App aggiuntive o delle conoscenze particolari, in quanto l’utilizzo di questo piccolo dispositivo è davvero molto semplice e intuitivo.

Dovrai semplicemente usarlo per collegare l’iPad all’iPhone e tutto il resto avverrà da sé, in automatico.

 

Batteria dell’iPad: i problemi e come risolverli

Ogni batteria tende a usurarsi nel corso del tempo e la batteria dell’iPad non è sicuramente da meno (esattamente come quella dell’iPhone). Sebbene queste batterie abbiano un livello qualitativo estremamente alto, resta comunque il fatto che un normale utilizzo delle stesse potrebbe presto portare ai problemi di vario genere.

A tutto questo si aggiungono anche altri possibili malfunzionamenti. Tra i principali occorre ricordare i problemi derivati dall’aggiornamento del lato software, ma anche varie questioni legate, invece, all’hardware del tuo dispositivo. Gli utenti che dopo qualche anno di utilizzo segnalano degli eventi che a loro volta stanno a indicare diversi problemi sono tantissimi. E i vari problemi riguardano soprattutto gli spegnimenti improvvisi, il blocco dello smartphone, il black out, indicazioni erronee di carica e così via.

Per giunta, tali problemi non colpiscono soltanto gli iPhone e gli iPad delle generazioni precedenti (per le quali si potrebbe dire che sono obsolete e vecchiotte), ma anche i dispositivi più innovativi e d’avanguardia in assoluto.

A gettare del fuoco sulla benzina ci ha pensato anche l’iOS 10.2 (un problema ormai passato, per fortuna), molti update spesso e volentieri comportano una vasta gamma di problemi a tutto il sistema e la batteria ne risente in modo particolare poiché è il primo componente del melafonino o dell’iPad che deve far fronte agli improvvisi cambiamenti. L’instabilità della batteria influenza tutto l’aspetto hardware dell’iPhone, insomma.

Le batterie inizialmente vengono tarate per funzionare correttamente con un particolare tipo d’impostazioni. Non appena queste cambiano, possono presentarsi alcuni problemi. Tra gli altri occorre ricordare quello che è ormai un classico: la batteria si scalda e fa scaldare anche tutto l’iPhone. Il che, oltre che provocare vari spiacevoli indicati poco sopra, può portarci anche ad altri problemi e in modo particolare ai danni al sistema hardware della batteria.

Come evitare che tutto questo accada? Innanzitutto potresti provare a ricalibrare la batteria del tuo iPad oppure del tuo iPhone. Come riuscirci? E’ davvero molto facile e possono farlo anche coloro che non sono molto esperti di tecnologica.

Devi ricaricare la batteria e portarla a 100% e quindi scaricarla molto velocemente, tanto che l’iPhone dovrà spegnersi automaticamente. Quindi ricarica di nuovo la batteria riportandola al 100% di carica.

A quel punto dovrai fare un hardware reset premendo, in contempo, il tasto Home e quello per accendere il Device. In questo modo l’operazione sarà portata a termine e il gioco sarà fatto. ricalibrando la batteria quest’ultima si adatterà alle nuove condizioni. A questo punto potresti prendere in considerazione anche un altro consiglio utile: ripristinare le impostazioni.

Questo ti potrebbe tornare utile qualora la ricalibrazione della batteria non funzionasse a dover. Per ripristinare la batteria devi solo andare in Impostazioni e da qui scegliere la voce Generali.

Poi devi entrare nell’opzione Ripristina e trovare la voce Ripristina Impostazioni. In questo modo il device verrà riavviato e saranno di nuovo installare le impostazioni di default.

Ovviamente, tutti i tuoi file e i vari dati salvati non saranno toccati. Infine, vi sono anche delle altre possibili soluzioni al problema.

Tra le principali spicca il controllo delle App. Dando uno sguardo alle applicazioni potresti vedere se c’è qualche programma che sta danneggiando la tua batteria. In modo particolare devi prestare attenzione alle App che richiedono la tua localizzazione. Questo perché richiedendo la tua localizzazione stanno sempre connesse al satellite sfruttando la tecnologia GPS.

Quindi è normale che la batteria venga portata a livello zero prima visto un utilizzo così intenso. Se è così, prova a disattivare le funzionalità di queste App in modo da risparmiare la batteria e farla durare più a lungo.

Infine, l’estremo rimedio: il ripristino alle condizioni di fabbrica. Questo ti aiuterà sicuramente, ma in contempo cancellerà tutti file e i dati presenti sul tuo device.

Prima di avvalerti di questa possibilità, quindi, dovresti eseguir eun backup dei dati. Per eseguire il ripristino vero e proprio, invece, puoi utilizzare delle strade differenti.

La prima è quella che passa per iTunes (più complicata). La seconda è quella che utilizza direttamente l’iPhone. Il procedimento da compiere anche in questo caso è molto facile e quasi istantaneo. Devi solo entrare nel menù Impostazioni, scegliere Generali e poi Ripristina.

Infine ti apparirà la scritta Inizializza contenuto e impostazioni. Cliccaci e attendi che il processo venga portato a termine. Alla fine dei conti avrai nelle tue mani un iDevice vuoto, quasi come se fosse nuovo di zecca: a te la scelta su come utilizzarlo.

LEGGI ANCHE: iPhone rigenerato come acquistarlo

 

Come far durare la batteria dell’iPad?

Sappi che puoi evitare i diversi problemi con la batteria dei tuoi iDevice semplicemente prendendo nota di alcuni accorgimenti. Non è affatto difficile farlo e una volta che riuscirai a capirne di più la cosa diventerà del tutto automatica.

Non dovrai nemmeno prestare attenzione a questo tipo di ragionamenti. E siamo anche sicuri che molti consigli dell’ambito li conosci di già, solo che non li applichi. Il primo e il più utile suggerimento per far durare di più la batteria dei tuoi iDevice riguarda sicuramente la carica. Ricordati di ricaricare il tuo dispositivo sempre al 100% e mai staccare la spina prima.

Questo poiché ricaricando troppo spesso il dispositivo si danneggia prima e a quel punto si rende necessario l’acquisto di un nuovo iDevice con il relativo caricabatterie (oppure di una nuova batteria, a te la scelta).

Analogamente, ricordati anche di non lasciare il dispositivo in carica troppo a lungo, non usare cavi prodotti da terze parti per eseguire la ricarica e non montare/smontare la batteria troppo spesso in quanto a lungo andare potrebbe danneggiarsi.

Ah! E ricordati anche di ciò che abbiamo già detto: non serve usare le App che consumano molta batteria se non se ne ha un reale bisogno, perciò disattiva il loro funzionamento in background!

Scopri ora il nostro negozio online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *