Allungare la durata della batteria di MacBook Air e MacBook Pro

Aumentare durata batteria MacBook Pro & Air

È importante che la batteria di MacBook, MacBook Air e MacBook Pro resti sana e funzionante il più a lungo possibile. E la buona notizia è che ci sono diversi accorgimenti che potete mettere in atto per allungarle la vita.

Aggiornamento del 7 agosto 2020

La batteria è una delle componenti più importanti di un portatile, perché consente di lavorare e giocare ovunque, anche in assenza prese. E poiché è fondamentale tenerla in salute il più a lungo possibile, Apple ha instillato all’interno di macOS una sofisticata tecnologia di monitoraggio e gestione elettrica che, in qualche caso, può confondere l’utente. Ecco qualche trucco realmente efficace per allungare la vita alla batteria del vostro portatile Apple e cosa fare se il Mac non risulta in carica anche se la corrente è inserita.

MacBook Pro: sostituzione gratuita della batteria

Alimentatore non Carica?

Aggiornamento: A partire da macOS 10.15.5, Apple ha instillato in macOS nuove funzionalità di gestione e verifica dello stato della batteria. Una complessa tecnologia basata su apprendimento macchina che cerca di capire i ritmi con cui attaccate e staccate il Mac dalla rete elettrica, e li anticipa gestendo in modo intelligente circuiteria e consumi.

È infatti noto che tenere una batteria agli ioni di Litio perennemente al 100% della carica è fonte di stress elettronico e una delle ragioni del logoramento precoce. L’ideale sarebbe tenere la carica attorno all’80% del potenziale massimo, ed è proprio questa la logica sottesa.

Dopo l’update di Catalina, su tutti i Mac dotati di Thunderbolt 3 è stata automaticamente abilitata la feature di Controllo della Salute della Batteria. Ma attenzione. Per funzionare correttamente, il Mac ha bisogno di “abbassare temporaneamente il livello massimo di carica della batteria” e ciò può portare ad uno scenario in cui la batteria non sia ancora carica al 100%, mentre il messaggio di stato nella Barra dei menu recita tuttavia “Non in carica.”

Questa apparente contraddizione è perfettamente normale, e fa parte delle procedure di calibrazione. Se, alla fine del processo, il Mac determinerà che avete sempre bisogno del 100% della carica, si adeguerà per fornirvelo.

Chi lo desidera può disabilitare l’opzione in Impostazioni > Risparmio Energia > Stato Batteria ma il nostro consiglio è di tenerla attiva, così che il Mac possa apprendere le vostre abitudini energetiche, e impedisca tra l’altro picchi di assorbimento se la batteria è deteriorata.

Questione di Cicli

Quando i tecnici Ipermela parlano tra loro di batterie, di solito nominano cose tipo “il numero di cicli” e la “capacità totale o residua” dell’accumulatore. Ma di cosa si tratta esattamente?

  • Numero di cicli: È il numero di volte che la batteria è stata utilizzata fino in fondo, e ricaricata di nuovo; tale valore tiene conto pure delle ricariche parziali. Ogni batteria può supportare un determinato numero di cicli di carica e scarica, dopodiché inizia a perdere colpi, e a trattenere sempre meno elettroni. Quando ciò si verifica, si parla di una diminuzione della capacità di carica totale.
  • Capacità di Carica Totale: È la quantità di energia, espressa in mAh (milliampere/ora) che una batteria è in grado di stoccare con una ricarica completa. Una batteria nuova ed efficiente arriva al 100% ma dopo un paio d’anni è facile calare sotto l’80% della capacità iniziale.
  • Capacità di Carica Residua: Una volta che la batteria inizia a invecchiare, la sua bravura nel trattenere gli elettroni cala drasticamente. La differenza tra la capacità originale e quella attuale prende il nome di Capacità di Carica Rimanente. È un valore che tende fisiologicamente a diminuire col passare del tempo.

Come sta la mia batteria?

Le ultime versioni di macOS includono un sistema di verifica automatica dello stato di salute della batteria che vi avvisa in caso di problemi. Per controllarlo è sufficiente fare control clic sull’icona della batteria nella barra dei menu. Se, alla voce “Stato”, leggete “normale” allora tutto rientra nei parametri ottimali di funzionamento. In caso di anomalie, invece, potreste leggere uno dei seguenti messaggi:

  • Da sostituire presto: La batteria sta ancora funzionando correttamente ma ha una capacità residua di carica al di sotto di quella ottimale. Ciò si traduce in minore autonomia, e nella necessità di ricorrere a ricariche più frequenti. Se il Mac viene utilizzato prevalentemente collegato alla corrente, potete programmare la sostituzione con maggiore agio; ma è in ogni caso, è ora di iniziare a pensarci.
  • Da sostituire adesso: La batteria sta ancora funzionando correttamente, ma possiede una capacità di carica residua nettamente inferiore rispetto a quella originale. Sebbene il computer possa essere utilizzato normalmente, l’autonomia è ridotta all’osso. Conviene prenotare al più presto l’intervento di sostituzione.
  • La batteria richiede assistenza: C’è qualcosa che non va con la batteria del vostro portatile Apple. È consigliabile portarlo immediatamente in uno dei centri specializzati Ipermela per procedere con la sostituzione.

Allungare la Vita della Batteria

allungare la vita alla batteria del Mac

Fermo restando che, per i limiti della tecnologia agli ioni di Litio, prima o poi tutte le batterie sono destinate a cedere, ci sono una serie di pratiche che è possibile mettere in atto per rimandare il più possibile questo triste evento. Ecco qualche consiglio pratico.

  • Powernap: È una funzionalità dei Mac più recenti che permette di effettuare alcune operazioni -tipo backup di Time Machine , sincronizzazione di iCloud e download della posta elettronica- anche se il Mac è in standby. Se la cosa non vi interessa o non vi serve, potete disabilitarla in Preferenze di Sistema → Risparmio energia e rimuovendo la spunta da Abilita Power Nap quando la batteria è in uso.
  • Luminosità Display: Dopo un carico computazionale elevato, l’altro mostro mangia-risorse di un portatile è il display. Conviene tenere sempre la luminosità al minimo necessario per avere una adeguata leggibilità, e neppure un nit in più. Verificate che sia attiva la voce Regola automaticamente la luminosità in Preferenze di Sistema → Monitor. In Preferenze di Sistema → Risparmio energia invece attivate la voce Oscura leggermente lo schermo quando la batteria è in uso.
  • Illuminazione Tastiera: Potete chiedere a macOS di disattivare la retro-illuminazione della tastiera quando non serve. Basta spuntare la voce Regola la luminosità della tastiera in condizioni di luce scarsa in Preferenze di Sistema → Tastiera.
  • WiFi & Bluetooth: Se avete un iPhone o iPad, e utilizzate spesso AirDrop per passarvi i file, o il copia incolla tra dispositivo e computer, allora vi converrà tenere acceso WiFi & Bluetooth; ma in caso di bisogno, disattivateli per risparmiare qualche punto percentuale di autonomia.
  • Scheda Discreta: Alcuni portatili Apple sono dotati di doppio sistema grafico, uno più performante ma esoso in termini di energia, e l’altro più efficiente ma adeguato solo per un uso ordinario. Conviene sempre lasciare che il sistema operativo gestisca tutto da sé, così da erogare potenza o garantire più autonomia proprio quando serve. Si configura in Preferenze di Sistema → Risparmio energia, alla voce Cambio automatico scheda grafica.

La batteria del tuo Mac non tiene la carica? Il sistema è rallentato? Allora hai proprio bisogno di una sostituzione batteria. Prenota subito l’intervento chiamando il numero che trovi qui di seguito. Puoi portare il Mac in qualunque dei negozi Ipermela di Thiene, Bassano e Padova Altinate.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.

Un pensiero su “Allungare la durata della batteria di MacBook Air e MacBook Pro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.