Sviluppare software Mac: XCode e VirtualBox

Sviluppare software Mac XCode VirtualBox

Lo sviluppo software per Mac richiede un set di strumenti chiamato XCode, progettato e realizzato appositamente da Apple per Mac OS X.

 

XCode è un software incredibilmente potente, completo di strumenti per lo sviluppo di app per Mac; è anche un generatore di interfaccia, un’applicazione di test e un toolkit di gestione delle risorse.

 

Poiché XCode funziona solo su Mac OS X, devi essere in grado di simulare un’installazione di Mac OS X anche su Windows. Questo è sorprendentemente facile da fare con software di virtualizzazione come VMWare o VirtualBox open source.

 

 

VirtualBox

Se si utilizza un’applicazione per computer virtuale diversa, il processo è praticamente lo stesso. Dato che VirtualBox è open source e libero da usare, vale la pena scaricarlo se non è già installata una copia.

 

Per emulare correttamente un Mac usando un PC Windows, avrai bisogno di quanto segue: un processore Intel Dual Core e almeno di 2 GB di RAM (consigliati 4 GB +); di un disco di installazione per Mac OS X. Puoi acquistarlo online dall’Apple Store o se possiedi già un MacBook, iMac o Mac Pro, puoi utilizzare il disco di installazione che hai ricevuto con il tuo computer.

 

Una volta installato VirtualBox, apri l’applicazione e scegli di installare Mac OS X Server 64 bit. Fornisci al computer virtuale almeno 2 GB di RAM (se hai più di 8 GB di RAM, scegli 4 GB +) e più di 30 GB di spazio su disco.

 

VirtualBox configurerà automaticamente il sistema operativo, ma dovrai comunque apportare alcune modifiche manualmente. Apri il menu Impostazioni ed esegui le seguenti modifiche: nella scheda Sistema deselezionare Abilita EFI, nella scheda Processore selezionare almeno due CPU, nella scheda Schermo , aumenta la memoria video ad almeno 128 MB

 

Infine, dovrai scaricare un boot loader Hackboot per installare OS X. Puoi trovare un file di installazione di Hackboot effettuando una ricerca su Google: in questo caso avrai bisogno di Hackboot 1 e Hackboot 2 , oltre al tuo disco OS X, per completare l’installazione.

 

Seleziona l’immagine del disco Hackboot 1 e avvia il computer, vedrai una schermata OS X. Utilizzando il menu nella parte inferiore dello schermo, avvia l’unità disco che contiene il disco di installazione di OS X.

 

Da qui, dovrai seguire le istruzioni di installazione per Mac OS X. Occorrono diversi minuti per installare il sistema operativo. Una volta terminato il processo, dovrai spegnere la macchina virtuale e cambiare il disco di avvio.

Riapri VirtualBox e, lasciando tutte le altre impostazioni uguali, passa il disco di avvio da Hackboot 1 a Hackboot 2. Avvia una schermata con due icone. Seleziona Mac OS X e premi Invio per avviare la sequenza di Mac OS X.

Durante la sequenza di configurazione di Mac OS X, dovrai inserire il tuo ID Apple. Questo è necessario per scaricare il set di strumenti XCode in seguito, quindi assicurati di inserire un account Apple valido quando configuri il tuo sistema operativo.

 

 

Installazione di XCode

 

Una volta configurato il computer con Mac OS X, l’installazione di XCode è relativamente semplice. Prima di installare XCode, si consiglia di configurare la tua macchina virtuale con la risoluzione e le impostazioni preferite usando il menu Preferenze di Sistema.

 

Apri l’applicazione App Store dal dock e digita XCode nella barra di ricerca. Potrebbe essere necessario inserire nuovamente i dettagli dell’account o inserirli per la prima volta se non lo si è fatto durante la configurazione di Mac OS X.

 

Passare all’app XCode e fare clic su Installa ora per scaricarla. Se non si dispone di un account Apple, è necessario crearne uno per scaricare il set di strumenti XCode per la macchina virtuale.

 

XCode è un’applicazione abbastanza grande e il download potrebbe richiedere da un minuto a diverse ore, a seconda della velocità della connessione Internet. Al termine del download, apri Applicazioni e fai clic su XCode per avviare il programma di installazione.

 

Una volta completato il processo di installazione, sarai in grado di utilizzare XCode nella tua macchina virtuale per programmare app per Mac OS o iOS. Puoi anche scaricare altre app Mac da utilizzare sulla tua macchina virtuale, anche se potrebbero non funzionare correttamente.

 

 

Sviluppo di app iOS

 

XCode è un toolkit incredibilmente potente per lo sviluppo di app. È anche di facile utilizzo, specialmente per gli sviluppatori abituati a software di programmazione ingombranti e complicati per PC.

 

Le app sono il tipo più comune di software Mac, ma esistono anche molti altri tipi di software che è possibile creare.

 

Le applicazioni sono di gran lunga il tipo predominante di software creati per Mac o per qualsiasi piattaforma.

 

Le sezioni seguenti ti illustreranno la gamma di prodotti software che è possibile creare per la piattaforma Mac.

 

 

L’app utility a finestra singola

 

Un’app di utilità a finestra singola aiuta gli utenti a eseguire l’attività principale all’interno di una finestra.

 

Sebbene un’applicazione di utilità possa anche aprire una finestra aggiuntiva, ad esempio una finestra delle preferenze, l’utente rimane concentrato sulla finestra principale.

 

La calcolatrice è un esempio di un’utilità a finestra singola. 

 

 

L’app “shoebox” a finestra singola

 

La caratteristica distintiva di un’app shoebox è il modo in cui offre agli utenti una visualizzazione specifica dell’app dei loro contenuti.

 

Ad esempio, gli utenti di iPhoto non trovano o organizzano le loro foto nel Finder; invece, gestiscono le loro raccolte fotografiche interamente all’interno dell’app.

 

 

L’app multiwindow basata su documenti

 

Un’app multiwindow basata su documenti, come Pages, apre una nuova finestra per ogni documento che l’utente crea o visualizza.

 

Questo stile di app non ha bisogno di una finestra principale (anche se potrebbe aprire una preferenza o un’altra finestra ausiliaria).

 

LEGGI ANCHE: Come trasferire foto da iPhone a Mac

 

Questo elemento è stato inserito in Mac. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *