Coprire la webcam del Mac può danneggiarne lo schermo

Coprire la webcam del Mac: una pratica inutile e rischiosa

Nel (legittimo) intento di proteggere meglio la privacy, alcuni utenti coprono la webcam del proprio MacBook; Apple tuttavia sconsiglia la pratica: può danneggiare fisicamente il computer.

È una ragionevole preoccupazione. Tutti i computer e dispositivi Apple, da molti anni, integrano una fotocamera FaceTime all’interno della scocca, il che consente di scattare foto o effettuare videoconferenza in un lampo e senza dover acquistare hardware aggiuntivo. Tuttavia, in alcuni casi, ciò può trasformarsi in una fonte di preoccupazione.

A differenza di una webcam rimovibile, che può essere fisicamente scollegata, quella di MacBook, MacBook Pro e MacBook Air è sempre lì, perennemente alimentata. Ciò fa sorgere il dubbio che possa attivarsi all’insaputa dell’utente, magari a causa di virus o malware, e che possa essere usata per spiarci. A volte, sono le stesse esigenze lavorative a imporre cautele extra, e alla fine si fa l’unica cosa possibile: si copre fisicamente la webcam.

Il problema è che questa pratica può danneggiare il display del Mac, ed è formalmente sconsigliata da Apple. In un documento ufficiale di supporto, Cupertino spiega:

Chiudere il notebook Mac con una copertura sulla videocamera potrebbe danneggiare il display. I notebook Mac sono progettati per proteggere la privacy e quindi dotati di un indicatore luminoso che segnala quando la videocamera è accesa.

Chiudere il notebook Mac mentre sulla videocamera è applicata una copertura potrebbe danneggiarne il display, in quanto lo spazio tra il display e la tastiera è progettato per sopportare tolleranze minime. Coprire la videocamera integrata potrebbe anche interferire con il sensore di luce ambientale e impedire il funzionamento di funzioni quali la luminosità automatica e True Tone. Invece di utilizzare una copertura per la videocamera, puoi osservare l’indicatore luminoso per capire se la videocamera è attiva e decidere quali app possono utilizzarla in Preferenze di Sistema.

Il fatto è che le ultime generazioni di Mac -in particolare i nuovi MacBook Pro 16″– sono dotate di un meccanismo di chiusura incredibilmente preciso. E uno spessore imprevisto anche solo di 2 millimetri può creare crepe sul display. Apple spiega che si tratta di una misura largamente non necessaria, poiché macOS e l’hardware sono ottimizzati per proteggere la privacy.

La password più diffusa al mondo? È ancora “123456”

Led Verde

“Progettiamo i prodotti Apple per tutelare la tua privacy e consentirti di avere il controllo sulle tue informazioni” si legge nel documento. “I nostri prodotti e le nostre funzioni includono tecnologie e tecniche innovative per la privacy, ideate per ridurre al minimo la quantità dei tuoi dati a cui noi, o chiunque altro, possiamo accedere. Inoltre, le potenti funzioni di sicurezza contribuiscono a impedire che nessuno al di fuori di te possa accedere alle tue informazioni.”

E infatti, la videocamera FaceTime HD di tutti i Mac è dotata di un indicatore luminoso verde che si accende ogni volta che la webcam è in uso. La sua attivazione è slegata dal sistema operativo, e viene gestita a livello di firmware; ciò implica un livello di sicurezza molto robusto, e difficilissimo da scardinare. Tant’è che ad oggi -per i modelli dal 2008 in poi- non esiste alcuna tecnologia conosciuta in grado di farlo.

In macOS Mojave e versioni successive, potete verificare le app che accedono alla webcam in Preferenze di Sistema → Sicurezza e Privacy → Fotocamera.

macOS, un nuovo virus chiede il “riscatto” per liberare il Mac

Coprire la Webcam

Se, nonostante queste rassicurazioni, preferite coprire comunque la webcam del Mac, Apple dà una serie di consigli da seguire per impedire danni gravi:

  • Assicuratevi che lo spessore della copertura per la videocamera non sia superiore a quello di un comune foglio da stampante (0,1 mm).
  • Evitate di utilizzare una copertura per la videocamera che lascia residui di adesivo.
  • Se utilizzate una copertura per la videocamera più spessa di 0,1 mm, rimuovetela prima di chiudere il computer.

E se il Mac dà segni di stranezza -tipo app che si installano da sole, pagine Web che si aprono da sé, impossibilità di modificare la pagina iniziale di Safari e così via, non aspettate che sia troppo tardi. Gli antivirus infatti sono capaci di individuare solo le minacce per cui sono stati istruiti, e non le altre.

Se il Mac si comporta in modo anomalo e sospetti di aver preso un virus, portalo immediatamente in uno dei negozi Ipermela di Thiene, Bassano e Padova Altinate. Eseguiremo un check-up completo, e in poche ore riavrai il tuo computer perfettamente funzionante.

Qui trovi i nostri indirizzi e numero di telefono.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.