macOS Catalina: attenzione alle app incompatibili

Prima di aggiornare a macOS Catalina, ci sono una serie di cosette che dovreste controllare per non rischiare di trovarvi a terra in seguito. Molte app, soprattutto quelle vecchiotte, cessano infatti di funzionare col nuovo sistema operativo.

È un update fondamentale che porta il Mac ai più recenti standard di prestazioni e sicurezza, ma passare a macOS Catalina può avere un costo. Alcune vecchie tecnologie, infatti, sono state ufficialmente mandate in pensione e altre più recenti sono state introdotte: ciò fa sì che diverse applicazioni e periferiche hardware funzionino in modo anomalo, o peggio, che cessino di funzionare tout court. Per questa ragione, è imperativo che -prima di aggiornare- passiate in rassegna il vostro parco software e hardware alla ricerca di eventuali incompatibilità.

Si tratta di un’operazione un po’ tediosa ma fondamentale, che vi invitiamo a non trascurare. Solo così infatti potete avere la certezza di non trovarvi col Mac parzialmente non funzionante.

Verifiche Preliminari

Una delle limitazioni più grandi per il software è l’esclusione del supporto alle app a 32 bit. Ogni Mac aggiornato a Catalina può avviare esclusivamente app a 64 bit: ciò garantisce prestazioni molto migliori ma crea rogne coi titoli meno recenti. L’immagine qui in alto mostra alcune delle teste tagliate dall’update.

Per identificare le app a 32 bit installate sul vostro Mac, dovete effettuare questa verifica prima di aggiornare a Catalina:

  • Fate clic sul logo Apple in alto a sinistra nella Barra dei Menu
  • Fate clic su Informazioni su questo Mac
  • Fate clic su Resoconto di Sistema
  • Nella colonna di sinistra, fate clic su Software → Applicazioni
  • Sulla destra compariranno tutte le app installate: fate clic su 64 bit (Intel) per visualizzare le app secondo questo ordine
  • Appuntatevi quelle che riportano la dicitura 32 bit

 

Cosa Fare Ora?

Una volta individuato il software problematico, avete davanti a voi diverse strade, e non tutte necessariamente buone. L’ideale sarebbe reperire una versione aggiornata a 64 bit e compatibile con Catalina, ma ciò potrebbe richiedere un esborso economico o risultare addirittura impossibile:

  • Se lo sviluppatore non ha aggiornato l’app, o addirittura ha chiuso i battenti (come nel caso delle app nello screenshot), siete fregati. Dovrete cercare un’app alternativa.
  • Se non potete fare assolutamente a meno dell’app incompatibile, allora dovrete desistere dall’aggiornare a Catalina. Questa però non può essere un’opzione sul lungo termine, tanto più che il supporto a Mojave sarà abbandonato nel 2020 e dunque presto non ci saranno più patch e aggiornamenti a proteggere la vostra sicurezza informatica. Questa opzione inoltre non è applicabile nel caso di acquisto di nuovo Mac.
  • L’altra alternativa è impostare un dual boot sul Mac, per avviare Mojave quando serve il vecchio software e Catalina per tutto il resto

Attenzione a quando crei il dual boot perché, se non sai esattamente cosa fai, rischi di perdere tutti tuoi dati. Prenota subito la tua assistenza in uno dei negozi Ipermela di Bassano, Thiene e Padova centro. Ti aiuteremo a configurare il Mac per gestire il passaggio nel migliore dei modi.

App Incompatibili

A questo punto, vi starete domandando: quali sono le app che non funzioneranno con Catalina? Ammontano a diverse centinaia, e includono colossi del calibro di:

  • Adobe Illustrator CS5
  • Abobe InDesign CS5 & CS6
  • Apple Aperture
  • Apple iWork ’09
  • Microsoft Excel 2011
  • Microsoft PowerPoint 2011
  • Microsoft Outlook 2011
  • Microsoft Word 2011

Solo per citare i più importanti. Ma la lista è lunga e include Transmit 4.1.7, 1Password 2.12.2, iStats Menu 2.9, Box Sync 4.0, VMWare Fusion 3.1.4, Creative Cloud 1.1.0.592, Parallels 2.5 e molti antivirus.

Tra l’altro, considerate che anche se un’app è scritta a 64 bit, ciò non vuol dire che funzionerà sicuramente con Catalina. Anzi, se ancora oggigiorno utilizzate vetuste versioni delle app Apple come quelle che seguono, e ne avete bisogno per la produttività quotidiana, lasciate perdere l’aggiornamento:

  • Final Cut Pro X 10.3.4
  • Motion 5.3.2
  • Compressor 4.3.2
  • Logic Pro X 10.3.1
  • MainStage 3.3

Se avete vecchie versioni di Office, e non vi va di pagare un annuale abbonamento a Microsoft, valutate la possibilità di passare ad Apple iWork, che è gratis sull’App Store; in alternativa c’è sempre il solido e gratuito Open Office.

Installare macOS Catalina: pronti per l’aggiornamento?

Una volta che avrete individuato con certezza le app critiche, ch avrete aggiornato quelle aggiornabili, trovato alternative per quelle non aggiornabili ed eliminato quelle senza speranza, siete pronti per passare armi e bagagli a Catalina. In questo post di approfondimento vi spieghiamo come scaricare e installare l’aggiornamento, e come verificare che il vostro Mac sia compatibile.

Paura di far danni con macOS Catalina? Nessun timore: porta il tuo Mac in uno dei negozi Ipermela. Effettueremo noi l’aggiornamento per te in totale sicurezza. Fai clic qui per prenotare subito la tua assistenza personalizzata.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.