Controlli Parentali: Bloccare contenuti su iPhone e Mac

Controlli Parentali iPhone: consigli per i genitori

Hai paura che tuo figlio possa accedere a contenuti inappropriati, o che possa chattare con le persone sbagliate? Ipermela ti aiuta a configurare limiti e blocchi su iPhone, iPad e Mac.

Questo periodo dell’anno è l’occasione ideale per portare un po’ d’innovazione in casa, regalando ai figli o al nipotino il tablet o il computer nuovo; un’esigenza che, in epoca di didattica a distanza, diventa ancora più sentita dalle persone.

Ma come fare ad essere certi che il dispositivo venga utilizzato con moderazione e responsabilità ed effettivamente per lo studio e (un po’) di svago? Come proteggere la navigazione su Internet o in chat? Come impedire abusi? La buona notizia è che Apple ha integrato all’interno dei suoi sistemi operativi un intero set di strumenti che permette di bloccare determinati contenuti, limitare le app e perfino controllare l’uso che viene fatto di Mac, iPhone e iPad con comodi resoconti giornalieri. Parliamo di Controlli Parentali.

Controlli Parentali

Controlli Parentali macOS

Ora che gli strumenti informatici sono ubiqui, e che i bambini crescono circondati di Touch Screen e tecnologia, è fondamentale che i genitori restino al passo coi tempi e capiscano limiti, potenzialità e soprattutto i rischi di una connessione perenne al Web; altrimenti si finisce col perdere il controllo della situazione, a scapito della sicurezza del bambino.

Anche perché Internet può essere un’occasione di crescita e sviluppo intellettuale, ma è anche pieno di contenuti inadatti ad un pubblico di minori.

A questo scopo nascono i Controlli Parentali, cioè funzionalità software che permettono -non di spiare- ma di seguire con consapevolezza le scorribande digitali dei nostri figli. Non un atto di oppressione o un’invasione della privacy, dunque, ma una costante vigilanza. E grazie a tali strumenti, è possibile creare delle regole per i dispositivi in uso.

Ad esempio, è possibile impostare un Mac o un iPad perché consenta l’accesso al Web durante le ore di studio, ma non di notte; e in più, è possibile impostare anche il blocco dei siti inappropriati. Inoltre, si può limitare il tempo che viene dedicato ai giochi, o impedire tout court l’installazione di determinate app. Volendo, si può addirittura decidere con quali contatti il dispositivo possa chattare o effettuare videochiamate. Il tutto nell’ottica di consentire il lecito, e bloccare tutto il resto.

I Controlli Parentali permettono ai genitori di controllare i comportamenti di gioco, online, in chat dei propri figli, e monitorare l’uso che i figli anno delle app e delle funzionalità di iPhone, iPad e Mac.

Tempo di utilizzo

Tempo di Utilizzo su macOS Big Sur

Per bloccare o limitare determinate app e funzioni sul dispositivo di tuo figlio, è sufficiente configurare la funzionalità di “Restrizioni contenuti e privacy” in Impostazioni → Tempo di utilizzo. Oltre a questo, puoi anche limitare le impostazioni relative a contenuti espliciti, alla privacy, agli acquisti e ai download gratuiti. Si può agire sui seguenti parametri:

  • Impostare restrizioni generali
  • Contenuti e privacy
  • Impedire acquisti su iTunes e App Store
  • Consentire/inibire app e funzioni di iOS (come FaceTime o stampa wireless)
  • Impedire la visualizzazione di contenuti espliciti o inadatti all’età di tuo figlio
  • Impedire la visualizzazione di determinati contenuti online
  • Limitare determinati tipi di ricerche su Internet attraverso Siri
  • Limitare Game Center
  • Consentire modifiche alle alle impostazioni su privacy o altre funzioni

Quando imposti un limite di tempo su determinate app, tuo figlio può eventualmente chiedere “più tempo”; quando ciò avviene, ti comparirà un avviso direttamente sul tuo iPhone o Mac, che potrai accordare oppure negare.

Configurare In Famiglia

In Famiglia iOS 14

La prima cosa da fare per impostare in modo corretto i controlli parentali sull’iPhone, iPad o Mac di tuo figlio è aggiungerlo come tale all’interno di iCloud configurando In Famiglia. In pratica, è il modo con cui dici ad Apple che il suo account iCloud è vincolato al tuo, che ne sei tutore.

Tra l’altro questa funzionalità ha moltissimi altri vantaggi, tra cui quello di poter condividere le app scaricate, gli abbonamenti e gli Acquisti in App, oltreché i calendari, gli album fotografici, le informazioni GPS sulla posizione dei membri della famiglia e molto altro.

Su iPhone, basta aprire Impostazioni → [Nome Cognome] → In famiglia → Aggiungi bambino; su Mac invece si configura in Preferenze di Sistema → In famiglia → clic sul pulsante “+” in basso a sinistra → Crea l’account per bambini.

A quel punto, la configurazione dei limiti e dei blocchi può essere effettuata direttamente sul dispositivo o computer di tuo figlio, o con maggiore agio sul tuo iPhone, iPad e Mac. E non dimenticare di impostare un codice di sicurezza che conosci solo tu, per poter modificare le impostazioni, più un altro per il dispositivo in uso: altrimenti tuo figlio avrà accesso alle impostazioni e potrà revocare da sé ogni blocco.

Bambini Hacker

Bambini Eludono Regole Restrizioni Parentali

Di tanto in tanto, emergono racconti divertenti di bambini 7, 8 o 12 anni che riescono a trovare il modo di eludere i controlli parentali di iOS e macOS. In altre parole si tratta di bambini geniali (quasi quasi viene voglia di premiarli) che ingannano in un colpo solo i genitori e perfino Apple.

E spesso condividono online le scoperte fatte, a beneficio degli altri teenager e nella totale ignoranza dei tutori. Fermo restando che è veramente difficile arginare il piglio di un bambino che muore dalla voglia di giocare a Fortnite, ecco qualche consiglio per evitare di farsi fregare:

  • Mai condividere il pin di sblocco o la password del telefonino con tuo figlio
  • Scegli un pin per i Controlli Parentali che sia difficile da indovinare (niente compleanni, date importanti, matrimoni, etc)
  • Soprattutto nel caso di bambini molto piccoli, blocca il download autonomo delle app, così prima che possa scaricarla ti comparirà un avviso sul telefono
  • Se hai l’impressione che tuo figlio abbia trovato un modo per eludere le restrizioni, disabilita del tutto App Store
  • Blocca le modifiche alle impostazioni di sistema come l’orario, altrimenti spostando indietro l’orologio tuo figlio potrebbe giocare o navigare più del dovuto
  • Esercita sempre la massima allerta. Vale la solita regola: se c’è troppo silenzio, sta facendo qualcosa che non dovrebbe fare.

Se hai bisogno di aiuto per blindare iPhone, iPad e Mac di tuo figlio, passa in Ipermela e scopri il servizio di Configurazione Controlli Parentali. Ti garantiamo massima sicurezza, interventi qualificati e tarati sulle tue esigenze, tempi rapidissimi e prezzi iper-competitivi.

Siamo a Thiene, Bassano e Padova. Qui trovi i nostri indirizzi e numeri di telefono.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.