La migliore app di messaggistica? È Telegram

Dopo tanti anni, finalmente anche il grande pubblico si è reso conto di quello che sostengo da tempo: WhatsApp è una delle applicazioni meno interessanti per gli utenti; e questa è solo metà della storia. La verità è che, a mio giudizio, se davvero ci tenete a sicurezza, privacy, compatibilità e funzionalità c’è solo una scelta da fare, quando si parla di messaggistica mobile: l’insostituibile Telegram. E per almeno dieci ottime ragioni.

Fino a non molto tempo fa, se chiedevate “quale app di messaggistica usi ogni giorno?” la risposta sarebbe stata molto probabilmente “WhatsApp” cioè un software che si è imposto nel mondo mobile per lo più per effetto gregge, pompata da media mediamente disinformati sul fronte high tech, e nonostante fosse a pagamento. Poi, è arrivata l’acquisizione da parte di Facebook nel 2014 e da lì è cambiato tutto, compreso il modello di business. “Ho venduto la privacy dei miei utenti” avrebbe confessato qualche anno dopo Brian Acton, uno dei fondatori di WhatsApp, l’applicazione è diventata gratuita e ha subìto un’ulteriore fase di espansione mondiale. Il resto è storia.

Ma ora i tempi sono maturi, e gli utenti più smaliziati e sopratutto esigenti, visto che in ballo c’è la loro privacy personale. In altre parole, in tanti hanno iniziato a domandarsi quale sia l’app di messaggistica più tutelante, facile da usare ma potente, versatile e ricca di feature, ma al contempo disponibile sul più ampio numero di piattaforme possibili. E la risposta l’avrete già capita.

Perché Telegram Batte Tutti

1. Storage Cloud

A differenza di WhatsApp, Telegram nasce per il Cloud; ciò significa che tutti i messaggi, le foto e i documenti vengono salvati sui server della società, e sono disponibili su tutti i vostri dispositivi e computer, a prescindere da quale di essi l’ha ricevuto/letto per prima. In altre parole, non bisogna preoccuparsi di eseguire backup perché sarà sempre possibile recuperare qualunque allegato, anche dopo molti mesi o anni. E se per caso cambiate iPhone, nessun problema: le conversazioni resteranno al loro posto, senza limiti, e soprattutto senza la necessità di eseguire prima un ripristino dal backup iCloud.

Con iOS 11, iMessage ha colmato il gap, aggiungendo la possibilità di caricare iMessage su iCloud, ma la cosa ha introdotto un problema: messaggi, foto e video concorrono a raggiungere i massimali del servizio, e 5GB si saturano presto. Con WhatsApp, invece, la situazione è perfino peggiore: l’unico archivio è quello sul telefono. Se va perduto per qualunque ragione, addio conversazioni.

In Telegram, le conversazioni restano lì a tempo indeterminato, fintanto che una delle due parti non le cancella.

2. Compressione Foto

Quando tentate di inviare un’immagine via Telegram, l’app è intelligente e vi chiede se volete inoltrarla così com’è, senza perdita di qualità, oppure se preferite comprimerla, accelerando i tempi di trasferimento e risparmiando dati; una cosetta utile quando si ha pochi GB di traffico mensile o c’è scarsa copertura.

3. Privacy

Si può chattare con qualcuno su Telegram anche se non ne conoscete il numero di telefono; ciò consente di parlarsi senza necessariamente violare la privacy personale. Quante volte, invece, il vostro numero di telefono è finito in mano a sconosciuti senza il vostro consenso, per il semplice fatto di essere stati aggiunti in gruppo WhatsApp?

4. Super Gruppi

Normalmente un gruppo su Telegram può arrivare a 200 membri; quando però si arriva a tale limite, il gruppo si trasforma in un Super Gruppo capace di accogliere fino a 100.000 contatti. I Super Gruppi hanno più feature e possibilità di personalizzazione, compresi Cronologia, Messaggi In Evidenza, Risposte, Menzioni e Hashtag. Con WhatsApp si arriva al massimo a 256 membri e quasi nessuna di queste feature.

5. MultiPiattaforma

WhatsApp funziona su Android e iOS, ma non su iPad; iMessage funziona solo su dispositivi Apple, e dunque esclude Android e Windows. Telegram invece va su Android, iOS,Windows Phone, PC Windows, Linux, macOS grazie a app native molto robuste, e praticamente funziona con qualunque sistema operativo dell’universo dotato di un browser abbastanza recente.

6. Chat Segreta

Quando avete necessità di blindare una conversazione per essere certi che nessuno possa leggerla -neppure le forze dell’ordine, o gli ingegneri Telegram- avete a disposizione uno strumento molto potente chiamato Chat Segreta, riconoscibile dall’icona del lucchetto. A livello di feature è identica alla chat normale (dunque consente anche l’invio di audio, video, videomessaggi, documenti e perfino chiamate VoIP), ma include una lista incredibilmente sofisticata di limitazioni:

  • Crittografia end-to-end, cioè da utente a utente, e dunque le conversazioni restano illeggibili a meno di non avere accesso fisico allo smartphone
  • Timer di autodistruzione messaggi, impostabile a piacimento dopo la lettura (da un solo secondo fino a un massimo di una settimana)
  • Blocco screenshot, e se uno ci prova lo stesso, l’altro interlocutore viene informato
  • Blocco salvataggio documenti ricevuti
  • Se uno sconosciuto vi invia una Chat Segreta, potete accettarla o bloccarla
  • La cancellazione di una Chat Segreta dal proprio telefono produce l’istantanea cancellazione anche su tutti i dispositivi del destinatario

7. Limite Invio File

Nell’epoca dei film 4K e delle foto HEIC ad ultra risoluzione, WhatsApp ha ancora limitazioni che sembrano prese pare pare dal pleistocene. La dimensione massima di qualunque documento è infatti di appena 16MB. Con Telegram, invece, potete inviare fino a 1,5GB per file.

8.Canali

Simili ai Super Gruppi ma con il supporto ad un numero illimitato di utenti, i Canali permettono di creare un proprio pubblico a cui scrivere tutto quello che vi passa per la testa. In questo modo si può restare aggiornati su tutte le tematiche che vi stanno più a cuore con la praticità di un messaggio. Per esempio, qui trovate il Canale Telegram di Ipermela.

9. Sessioni Multiple

Con WhatsApp potete abbinare solo un numero per volta all’applicazione per iPhone; e le app per Mac e PC sono comunque vincolate al telefono (in altre parole, se non c’è copertura o connessione WiFi su smartphone, l’app per Mac è pressoché inutile). Con Telegram invece potete controllare più account contemporaneamente, magari uno per il lavoro e l’altro per lo svago.

10. Ultimo Accesso

È la croce e delizia degli utenti. Se su WhatsApp si disattiva l’ultimo accesso, sarà impossibile accedere ai dati di ultimo accesso degli altri utenti; su Telegram invece il controllo è totale. Basta aprire Impostazioni → Privacy e sicurezza → Ultimo accesso e in linea per impostare i seguenti parametri:

  • chi può vedere l’ultimo accesso eseguito (a scelta tra Tutti, i miei contatti, Nessuno)
  • Decidere le eccezioni (cioè a quali contatti vogliamo nascondere completamente i dati dell’ultima apertura dell’app). In questo modo, si può evitare selettivamente che determinati contatti importuni studino i nostri comportamenti.

Scaricare Telegram

Se non l’avete ancora fatto, vi consiglio caldamente di scarica e provare Telegram al più presto possibile. Il download e tutte le feature sono assolutamente gratuite. Qui di seguito trovate i link a tutte le versioni disponibili.

Per approfondire l’argomento, apprendere per bene ognuna delle funzionalità enunciate, e magari imparare qualche trucco da vero pro- ricordate Ipermela tiene corsi in aula o privati su tutti gli argomenti che desiderate. Per saperne di più, vi invitiamo a contattare uno dei nostri recapiti, oppure a passare in negozio. Siamo in centro a Padova, a Bassano e a Thiene.

Ipermela Padova
Contatti:
padova@ipermela.com
Tel: 049.5207849
Cel: 351.5109880
Ipermela Thiene
Contatti:
thiene@ipermela.com
Tel: +39 0445382025
Cel: +39 3515480090
Ipermela Bassano
Contatti:
bassano@ipermela.com
Tel: +39 0424568670
Cel: +39 351 5480090

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.