WhatsApp, una nuova feature stana le bufale

WhatsApp, una nuova feature stana le bufale

Bufale, bugie e fake news corrono sui social network e sulle piattaforme di messaggistica. Ma ora WhatsApp ha un’arma per stanarle.

Chi utilizza WhatsApp conosce certamente la mole di pesudo-notizie, fake news, catene di Sant’Antonio e stupidaggini che circolano in chat. Il problema, tuttavia, è che talvolta queste notizie farlocche finiscono col creare problemi reali, come quando ad esempio forniscono informazioni errate sul Covid-19 e qualcuno si contagia per davvero.

Ecco perché, nell’ultimo anno, WhatsApp ha dimostrato un impegno crescente nei confronti della condivisione delle bufale sulla propria piattaforma. Il risultato, benché ancora lontano da un sistema automatico e affidabile di blocco delle fake news, consente per lo meno di arginare una parte consistente delle notizie fasulle che infestano il Web, con risultati incoraggianti.

Tutto è iniziato nei mesi scorsi con l’introduzione di un’icona che mostra se il messaggio è stato inoltrato più di 5 volte sulla piattaforma; poi è arrivato un blocco che impedisce di condividere un medesimo messaggio con più di 5 chat. E la strategia ha funzionato: a breve distanza dall’introduzione delle limitazioni, si è assistito ad una riduzione del 70% nella quantità di catene di Sant’Antonio in circolazione.

Ora, però, è giunto il momento di fare il passo successivo, e iniziare a contenere le bugie che possono illudere le persone, spostare intenzioni di voto o addirittura farle ammalare. Purtroppo, e come detto, per ora non esiste una tecnologia automatica che possa riconoscere e filtrare da sé lo spam, come avviene per la posta elettronica.

Ecco perché WhatsApp ha deciso di fare qualcosa di perfino più utile: spingere le persone a verificare le notizie da sé. E per farlo, contrassegnerà le potenziali bufale con un’icona a forma di lente d’ingrandimento. Ecco come funziona.

WhatsApp: Effettuare chiamate di gruppo con 50 partecipanti

Individuare Bufale su WhatsApp

Quando si riceve un messaggio potenzialmente bufalino, WhatsApp porrà l’icona di una lente di ingrandimento alla sua destra. Per verificare la notizia, basta fare così:

  • Premete l’icona a forma di lente d’ingrandimento
  • Premete Cerca sul Web
  • Tra i risultati dovreste poter trovare siti che parlano di quella particolare notizia. Se tutti confermano che è una bufala, probabilmente avete trovato la risposta che cercavate

Si tratta di una procedura che richiede letteralmente pochi istanti, e che può aprire gli occhi sulla quantità di inesattezze che circola su piattaforme di messaggistica e social network. A quel punto vi renderete conto voi stessi che, nel 90% dei casi, è tutta fuffa.

WhatsApp, basta un messaggio per bloccare iPhone e Mac

Qualche Consiglio Anti-Bufale

Non è difficile sviluppare senso critico e fiuto per le bufale online: basta riconoscere alcuni segni rivelatori che accendono la lampadina del dubbio. Ecco qualche suggerimento pratico:

  1. Verificate se un messaggio è stato inoltratoI messaggi inoltrati vengono indicati dalla voce Inoltrato; e se il messaggio è stato inoltrato più di 5 volte, presenterà una doppia freccia . Questo tipo di contenuti puzza di bufala da 100 km.
  2. Occhio a foto e contenuti multimedialiFoto, clip audio e video possono essere ritoccati per ingannare gli utenti poco esperti. Verificate sempre le notizie su fonti attendibili (che non è “sentichenotizia.biz”). Se una notizia viene riportata da più fonti attendibili, probabilmente è vera.
  3. Attenzione ai messaggi insolitiQuando ricevete messaggi e link con strafalcioni e errori di ortografia o battitura, potrebbe trattarsi di un tentativo di phishing. In pratica, voi fate clic pensando di finire su Facebook o sul sito della banca, e invece vi rubano le credenziali.
  4.  ViralitàSe migliaia di persone hanno condiviso una notizia assurda o molto potente, ciò non solo non la rende vera, ma anzi la qualifica come potenziale bufala. Non inoltrate un messaggio solo perché il mittente che conoscete vi ha chiesto di farlo. Se, dopo la verifica della notizia, scoprite che è falsa, avvisate piuttosto il mittente.
  5. Verifica delle fontiVerificate sempre su Internet se l’argomento di un messaggio è stato riportato da testate giornalistiche attendibili, e se possibile risalite sempre alla fonte originale della notizia.

Problemi con WhatsApp? Non riesci a fare il backup? Devi trasferire le conversazioni da un telefono all’altro? Vuoi esportare le conversazioni su PC? Per queste e tutte le tue altre necessità, passa in uno dei negozi Ipermela di Thiene, Bassano o Padova centro e scopri i nostri servizi di assistenza a 360°.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.