macOS Big Sur, preparare il Mac all’aggiornamento

macOS Big Sur, preparare il Mac all'aggiornamento

Apple ha ufficialmente lanciato macOS Big Sur, l’ultima versione del sistema operativo per i Mac. Ecco le operazioni da fare prima di procedere con una serena installazione.

Oggi è il giorno del debutto di macOS Big Sur. Porta in dote una gran mole di novità, tra cui un’interfaccia riprogettata, nuove funzionalità in Messaggi e nelle altre app di sistema, e inedite tecnologie più performanti e sicure. Molti tuttavia si domandano: posso aggiornare sul mio Mac? E come preparare la macchina per evitare noie con l’update? Cosa fare infine in caso di problemi? In questo post risponderemo a tutte queste domande, e qualcuna in più.

macOS Big Sur: Compatibilità

iOS 14 & macOS Big Sur: iPhone e Mac compatibili

La prima cosa da fare è sincerarsi che il modello in tuo possesso sia supportato dal nuovo sistema operativo. Qui di seguito trovi la lista completa dei Mac compatibili con Big Sur:

  • MacBook 2015 e versioni successive
  • MacBook Air 2013 e versioni successive
  • MacBook Pro fine 2013 e versioni successive
  • Mac Mini 2014 e versioni successive
  • iMac 2014 e versioni successive
  • iMac Pro (tutti i modelli) 2017 e versioni successive
  • Mac Pro 2013 e versioni successive

Se non sai come verificare la cosa, niente paura: è sufficiente fare clic sulla mela nera in alto a sinistra nella barra dei menu, e fare clic su Informazioni su questo Mac.

 Leggi anche: Scoprire quale versione di macOS è installata sul Mac

Verificare la Compatibilità Software

Tutto il software Apple sarà utilizzabile su Big Sur sin dal giorno del lancio, così come la stragrande maggioranza delle app in circolazione; purtroppo, molto dipende dal tempo che gli sviluppatori avranno dedicato alla transizione, e qualcosa potrebbe non funzionare correttamente.

Dunque, se la tua produttività personale o lavorativa dipende strettamente da applicazioni specifiche, è fondamentale che verifichi la compatibilità col nuovo OS prima di aggiornare.

La brutta notizia è che non esiste alcuno strumento ufficiale -neppure sul sito Apple- per conoscere le app formalmente compatibili con Big Sur; ma spesso una banale ricerca su Google tipo “nome app + compatible + big sur” sarà più che sufficiente. In alternativa, c’è pure un thread su Reddit e un altro su MacRumors che permettono di sapere a priori cosa va e cosa invece no.

Inoltre, dovrai accertarti anche che tutte le periferiche che utilizzi dispongano di driver ottimizzati per Big Sur; senza un driver aggiornato, infatti, non potrai usare la stampante, lo scanner, la tavoletta grafica, la scheda video esterna o il dispositivo di archiviazione RAID. Se possibile, scarica e installa tutti gli aggiornamenti prima di passare a Big Sur.

Ripulire il Mac

Sebbene la versione definitiva di Big Sur non richieda molto spazio per l’installazione, può essere una buona idea dare una ripulita al Macintosh HD. Se il Mac è strapieno di foto e documenti duplicati, file inutili e robaccia che alligna da secoli sulla Scrivania, potrebbe essere giunto il fatidico momento di sbarazzarsene. Un metodo per far presto potrebbe essere quella di usare l’utility di gestione dello spazio occupato integrata nell’OS: si attiva facendo clic su Menu mela alto a sinistra dello schermo, e selezionando Informazioni su questo Mac → Archiviazione → Gestisci….

E anche se c’è molto spazio libero, non è mai una buona idea sprecarlo senza ragione; elimina il contenuto della cartella Download, stana i file ridondanti e ripulisci il cestino. Poi ci ringrazierai.

Back Up!

Non lo ripeteremo mai abbastanza. Il backup è la cosa più importante di tutte, quando si possiede un dispositivo elettronico. È il paracadute che permette di recuperare tutti i propri dati se qualcosa va storto. E fidati della nostra esperienza: prima o poi qualcosa andrà storto, quindi meglio prevenire.

Su Mac, la soluzione ufficiale di backup è Time Machine: qui spieghiamo a cosa serve, e come si usa.
Leggi anche:  NAS, la soluzione definitiva per i backup su Mac

Verificare il Disco

Un’installazione può andare rovinosamente male se ci sono errori su disco. Per fortuna, è molto facile verificare che sia tutto a posto. Basta aprire Utility Disco che trovi nella cartella Applicazioni → Utility nel Finder, selezionare il “Macintosh HD” sulla sinistra e infine premere il pulsante di S.O.S. in alto.

Aggiornamento Semplice o Installazione Pulita?

Ci sono due modi di aggiornare a Big Sur. Uno è l’Aggiornamento Semplice, l’altro l’installazione da zero con ripristino del disco. Il primo è il più semplice: si avvia l’installazione, e il Mac si aggiorna da sé, e dopo un paio di riavvii automatici e una mezz’oretta di tempo, dovrebbe essere di nuovo operativo e aggiornato. Questa è la strada che consigliamo alla maggior parte dell’utenza, soprattutto quella meno smaliziata.

Talvolta però questo sistema si inceppa, e può creare problemi. In quei casi, o se temi che qualcosa possa andare storto (soprattutto se utilizzi app professionali come Microsoft Office, Adobe’s Creative Cloud e così via), allora meglio una installazione da zero che garantisce un sistema operativo pulito e ordinato.

In quest’ultimo caso, però, è bene saper cosa si fa per non rischiare di perdere i propri dati; insomma, meglio farsi assistere da qualcuno che ne capisce un po’.

L’aggiornamento a Big Sur ti spaventa? Lascialo ai professionisti del Mac. Porta il tuo computer in uno dei negozi Ipermela di Thiene, Bassano del Grappa o Padova Altinate, e i nostri tecnici te lo restituiranno aggiornato e ripulito, dentro e fuori.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.

Cerchi un modello di iPad specifico? Nessun problema! Compila il form, e dicci quali caratteristiche dovrebbe avere.

Questo elemento è stato inserito in Mac. Aggiungilo ai segnalibri.