In vacanza con iPhone? 5 consigli per proteggere lo smartphone

In vacanza con iPhone? 5 consigli per proteggere lo smartphone

Un fattore di protezione elevato non è fondamentale solo per la pelle, ma anche per il tuo smartphone. Basta infatti un momento di distrazione o una piccola sfortuna per dire addio a tutte le fotografie e i video girati durante le vacanze. Acqua, salsedine, sole e attività frenetiche possono infatti costituire un pericolo proprio quando si ha maggiore voglia di condividere con amici e parenti uno dei migliori momenti dell’anno.

Ecco quindi 5 consigli pratici per mettere al sicuro il tuo smartphone, evitare spiacevoli sorprese e riportare a casa -sani e salvi- i ricordi delle meritate vacanze.

Vacanze 2021, preparare iPhone e Mac prima di andare in ferie

Batteria al Massimo

Uno dei problemi più diffusi in vacanza è che la batteria del telefono non basta mai. Tra scatti e messaggi audio, messaggi in chat e incursioni sul Web (il tutto a luminosità massima per via del sole), la maggior parte dei telefoni ci abbandona prima di arrivare a sera.

Su Internet molti consigliano di disattivare WiFi, GPS, Bluetooth, NFC e le funzioni automatiche delle app per risparmiare energia; ma in realtà si tratta di consigli vetusti che oramai non hanno più ragion d’essere. I telefoni di oggi, infatti, sono così sofisticati da aver bisogno che tutte queste funzionalità sia sempre attive; tanto più che oramai consumano pochissimo. Il GPS, per esempio, serve al telefono per appuntarsi la posizione in cui è stato effettuato un determinato scatto fotografico (così che, un domani, potrete dire a Siri “mostrami tutte le foto fatte a Venezia”). L’NFC è necessario per i pagamenti contactless, mentre Bluetooth e WiFi servono per gli auricolari wireless e per individuare le reti gratuite del ristorante e dell’aeroporto.

No, la vera soluzione per risparmiare batteria senza dover rinunciare a feature utili è semplicissima: attiva la modalità Risparmio Energetico di iPhone. La trovi nel Centro di Controllo (icona a forma di batteria) o in Impostazioni → Batteria → Risparmio Energetico. Attivando questo interruttore, il telefono ridurrà momentaneamente le attività in background come l’aggiornamento delle app o il download delle mail; tuttavia, basterà aprire un’app specifica per caricarne i contenuti aggiornati.

Inoltre, per mantenere sempre in perfetto stato di salute la batteria del dispositivo, ricorda di utilizzare sempre il caricabatterie originale o omologhi di elevata qualità; le cinesate anonime, insomma, meglio evitarle perché possono mettere a rischio sia la sicurezza dell’utente che quella del dispositivo stesso.

Infine, ricorda di portare sotto al 5% di carica la batteria una volta al mese, per poi effettuare una ricarica completa senza interruzioni. Ciò ne preserverà lo stato di salute per gli anni a venire.

Niente Tuffi per iPhone

Fare foto a pelo d’acqua, magari vicinissimo alle onde, consente di creare scatti e video molto suggestivi ma può danneggiare lo smartphone. Anche se tecnicamente iPhone può reggere a schizzi e umidità senza problemi, infatti, formalmente la garanzia non copre i danni causati da contatto da liquidi. Inoltre, l’acqua di mare danneggia i delicati circuiti dei dispositivi elettronici con molta più rapidità di quella dolce.

Per questo, se l’iPhone finisce in mare, sciacqualo subito con acqua dolce e mettilo ad asciugare rimuovendo la cover. Se tenti di caricarlo mentre c’è ancora acqua nella porta Lightning, il telefono ti avviserà del problema e bloccherà il flusso elettrico per impedire problemi di connessione all’iPhone o all’accessorio, oltreché per impedire fenomeni di corrosione.

In teoria, se sfili e ricolleghi la Lightning una seconda volta, sarà possibile eludere l’avviso e forzare un caricamento ma è una pratica sconsigliata che può danneggiare in modo irreversibile il telefono. Attendi che la Lightning si sia asciugata (potrebbero essere necessarie fino a 24, ed è perfettamente normale, non avere fretta). In alternativa, puoi utilizzare un caricatore wireless.

In ogni caso, non dar retta a “consigli della nonna” e leggende metropolitane, tipo il sacchetto pieno di riso, perché potresti peggiorare la situazione:

    • Non asciugare l’iPhone utilizzando una fonte di calore esterna o l’aria compressa.
    • Non inserire corpi estranei, come cotton fioc o tovaglioli di carta, nel connettore Lightning perché la lanuggine potrebbe intasare i contatti.
    • Non mettere l’iPhone nel riso. I piccoli residui di riso potrebbero danneggiare l’iPhone.

Queste indicazioni valgono ovviamente per i modelli da iPhone 7 in poi; per quelli precedenti, il minimo contatto con l’acqua produce un cortocircuito istantaneo. Per saperne di più, e per sapere come comportarsi in queste situazioni, consulta la nostra guida.

Recuperare iPhone caduto in acqua: il segreto è fare presto

Bomboletta d’Aria

Le ultime generazioni di iPhone sono progettate per reggere bene alla polvere, ma talvolta la sabbia può insinuarsi negli interstizi e tra scocca e cover; appena possibile, rimuovi la cover e usa un fazzoletto asciutto o un pennellino per rimuovere sabbia e detriti che a lungo andare provocherebbero graffi sul telefono.

Può essere una buona idea utilizzare una bomboletta d’aria compressa, soprattutto sui modelli più datati, ma senza esagerare; un panno in microfribra asciutto -senza strofinare- nella maggior parte dei casi andrà più che bene.

L’Igiene Prima di Tutto

Sapevi che uno smartphone può arrivare a ospitare 18 volte la quantità di virus e batteri di una tavoletta WC? Sembra incredibile, eppure è proprio così. Ecco perché è fondamentale tenerlo pulito, soprattutto in un’epoca complicata come la nostra.

Per la disinfezione quotidiana, in accordo con le specifiche Apple, puoi usare una salvietta con alcool isopropilico al 70%, una salvietta con alcool etilico al 75% o comuni salviette disinfettanti a base di sodio ipoclorito. Non utilizzare prodotti contenenti candeggina o acqua ossigenata, e evita sempre che l’umidità penetri nelle aperture; infine, non immergere mai iPhone in prodotti detergenti.

Prima della pulizia, scollega sempre tutti i cavi e spegni il dispositivo; dopodiché, usa un un panno morbido, leggermente inumidito e privo di pelucchi come ad esempio un panno per la pulizia degli occhiali, e non usare detergenti aggressivi. Considera che lo schermo di iPhone è dotato di un rivestimento oleorepellente a prova di impronte che può essere rimosso da alcuni prodotti di pulizia; i materiali abrasivi invece potrebbero graffiare l’iPhone.

Coronavirus, pulire correttamente il Mac

Servizi iCloud

Prima di partire, attiva un servizio Cloud come iCloud (che salva tutti i contenuti dell’iPhone) o altri omologhi tipo Amazon Photos (che salva solo foto e video, gratuito per chi ha un abbonamento Amazon Prime) o Google Foto (gratis fino a un massimo di 15GB). Ciò ti consentirà di salvare i tuoi preziosi scatti a mano a mano che li fai, ma occhio al consumo di dati!

In UE, anche se i costi di roaming sono formalmente aboliti, di solito i gestori impongono un limite di traffico effettuato in roaming che è inferiore alla quantità di dati inclusi nel proprio piano tariffario nazionale. Verifica sempre quanto traffico puoi effettuare all’estero per non incorrere in spiacevoli addebiti. E se vai in paesi extra-UE, tieni a mente che puoi acquistare una SIM locale con traffico dati incluso.

Vieni a scoprire l’ampia gamma di Ricondizionati Ipermela. Ogni settimana nuovi arrivi e risparmi fino al 30% rispetto ai prezzi di listino. Chiama il numero 0445.382025 per conoscere le disponibilità: ci trovi a Thiene, Bassano e Padova centro.


Vieni a scoprire l’ampia gamma di Ricondizionati e KM Zero di Ipermela. Ogni settimana nuovi arrivi e risparmi fino al 30% rispetto ai prezzi di listino. Chiama il numero 0445.382025 per conoscere le disponibilità: ci trovi a Thiene, Bassano e Padova.

Anche tu ami Telegram? Allora iscriviti al canale Telegram di Ipermela per restare sempre aggiornato su tutte le ultime novità Apple. Ogni giorno trucchi e segreti su Mac e iPhone, anticipazioni e prove. La community degli ipernauti ti aspetta.

 

Questo elemento è stato inserito in Tips. Aggiungilo ai segnalibri.